Le previsioni meteo sono utili ma…

 In blog

Ormai è diventata una pratica diffusa consultare un sito web di previsioni meteo quando si vuole organizzare una gita all’aria aperta. È saggio affrontare ben equipaggiati la giornata che si ha davanti. È invece sbagliato far condizionare i propri programmi da disegnini spesso male interpretati.

Il giorno 12.06.2016 alle 11.25 nella località Centa San Nicolò (dove si trova l’Acropark Rio Centa) il sito 3B meteo indicava queste previsioni per la stessa giornata:

Screenshot Meteo 1

le immagini suscitano immediatamente l’idea di acquazzoni e rovesci. Tempo poco attraente per una gita nei boschi.
In realtà, non ha mai piovuto, poche nuvole e per metà del tempo vi è stato perfino il sole.
Stessa situazione per il 14.06.2016 il giorno prima le previsioni indicavano piogge per tutta la mattina. Cosa che poi non si è verificata.

Screenshot Meteo 2

E così si potrebbero elencare decine e decine di giornate ogni primavera-estate.

I siti web però non fanno così male il proprio lavoro, siamo noi che dobbiamo leggere meglio le informazioni. Infatti a fianco della icona con il simbolo della goccia di pioggia, vi è spesso la % di probabilità che questa accada. Per esempio, se vi è 40% si può concludere che è più probabile che non piova, ma il disegnino della nuvola che copre il sole e sprigiona pioggia predispone a pensare che ciò accadrà.

Altro dato utile è la quantità di acqua prevista: i millimetri / ora.
Se sono meno di 2 mm significa che il rischio di bagnarsi sotto ad un bosco è davvero minimo.

E se dovesse davvero piovere, vale la pena rinunciare ad una desiderata gita all’Acropark, e magari già pianificata? Se le probabilità di pioggia sono entro il 70 % e la quantità entro i 2mm/ora certamente non vale la pena rinunciare. All’Acropark vi sono confortevoli ripari per più di 100 persone, buona parte dell’attività si svolge al coperto e nel sottobosco la pioggia che filtra è limitata.

Altro discorso sono i fulmini dei temporali, quelli sono pericolosi anche se è molto improbabile che cadano nei nostri Acropark. Pur avendo estesi cavi di acciaio, i parchi si trovano a quota molto inferiore di altri bersagli ben più attraenti per le scariche elettrostatiche dal cielo. Inoltre i temporali nella maggior parte dei casi non sostano più di 30-60 minuti sull’area quindi dopo un periodo di fermo attività si può ricominciare, e l’atmosfera, profumi, i colori, …. dopo la tempesta sono meravigliosi.

 

Post recenti